PNews

Mamme sarete Voi le vere protagoniste!

Care Mamme! Abbiamo Bisogno di voi! Un nuovo progetto sta per iniziare e vogliamo rendere le nostre mamme partecipi al…

Coliche gassose: frequenti nei neonati, anche se dolorose sono innocue

frequenti nei neonati, anche se dolorose sono innocue

Coliche gassose: frequenti nei neonati, anche se dolorose sono innocue   I pianti disperati possono durare anche ore accompagnati da…

Il peso in gravidanza

Il peso in gravidanza: qual è quello giusto? Il peso giusto nei nove mesi dipende dal peso prima della gravidanza. Una…

Il ruolo del padre nei primi mesi di vita del bambino

L’allattamento è uno dei momenti della giornata che maggiormente caratterizzano l’interazione con il bambino in età neonatale sia in termini…

Lo sviluppo sensoriale del feto. I^ Parte.

Lo sviluppo sensoriale del feto

L’evento “nascita” viene identificato nell’immaginario collettivo come l’inizio della vita. Sicuramente è un momento cruciale (e incredibilmente speciale!) ma in realtà sappiamo bene che…

Lo sviluppo sensoriale del feto. II Parte.

Riprendiamo il nostro viaggio “intrauterino” considerando suoni e sfumature percepiti dal piccolo nel pancione. Il sistema uditivo inizia la sua formazione intorno alla 10° settimana di età gestazionale (e.g.), si completa intorno alla 20° settimana di e.g. ed è funzionante intorno alla 24° settimana di e.g. quando è parzialmente completo anche il nervo uditivo (si completerà definitivamente intorno ai due anni di vita).   Verso la 26°-28° settimana di e.g. il feto reagisce a stimoli uditivi provenienti dall’esterno: presenta variazioni della frequenza cardiaca e sussulti in seguito a suoni forti e improvvisi, si “stiracchia” e muove le palpebre se invece sono suoni più delicati. Alla 35° settimana di e.g. l’orientamento uditivo è molto simile a quello del neonato ed è grazie all’ampia variabilità di suoni registrati nell’utero materno che alla nascita abbiamo una “memoria uditiva”. Il feto infatti percepisce suoni sia endogeni cioè provenienti dal corpo della mamma, di sottofondo (suoni ritmici come il battito cardiaco e il respiro, rumori digestivi, movimenti...), sia esogeni, cioè che provengono dall’esterno (musica, rumori ambientali, voci delle persone).       Un suono speciale è rappresentato dalla voce della mamma che, percepita in modo amplificato, costante e con ritmo regolare, ha una valenza comunicativa ed emozionale nell’interazione materno-fetale e sarà un punto di riferimento per il bambino anche dopo la nascita.   L’ultimo senso a svilupparsi è la vista. La prima maturazione delle strutture deputate al sistema visivo (retina, fotorecettori, nervo ottico, aree cerebrali visive) avviene tra la 18° e la 26° settimana di e.g. e proseguirà poi ben oltre dopo la nascita. All’interno dell’utero gli stimoli visivi non sono così numerosi rispetto alle altre informazioni sensoriali. Il feto, che apre gli occhi alla 18° settimana, può percepire il cosiddetto “crepuscolo uterino”, ovvero quella luce che dall’esterno entra filtrata dall’utero materno (per es. quando la mamma prende il sole con la pancia scoperta) e reagisce con un sobbalzo quando si punta una luce forte sull’addome materno.   Sebbene l’esperienza visiva fetale sia limitata alla percezione di luci filtrate, alla 31° settimana il feto riesce a fissare un punto e alla 32° è possibile uno sguardo attento su una forma. Già nei primi giorni di vita extrauterina il neonato infatti è in grado di fissare forme ovali, con contorni curvi e ben delineati come quelle dei nostri occhi, del capezzolo della mamma e del nostro viso che riesce a fissare anche per qualche minuto. Intorno ad un mese di età il bambino riuscirà a mettere a fuoco meglio ad una distanza di circa 20-30 cm, ovvero quella distanza viso-viso o viso –seno di quando viene coccolato e allattato in braccio.   Le conoscenze sullo sviluppo e sulle capacità sensoriali prenatali ci fanno comprendere come il feto sia quindi un individuo attivo che inizia la scoperta di sé stesso e del mondo circostante già prima di passare al mondo extrauterino. Il neonato nasce quindi con un repertorio di informazioni (voce della mamma, contatto e odore materno, sapore del latte materno, sentirsi cullato) già sperimentate e memorizzate che ritroverà anche nel nuovo mondo ed è proprio questa possibilità di ritrovamento, insieme all’essere amato, che faciliterà quella prima complessa relazione di attaccamento (bonding) tra lui e la madre.   Cristina Taddei dr.ssa in Fisioterapia – Specialista in Area Pediatrica WEB: cristinataddei.wordpress.com   Fonte: http://www.mammeonline.net/content/sviluppo-sensoriale-del-feto-ii-parte

12 cose da sapere per genitori che vogliono crescere i figli bilingui

1 – Non succede per magia I bambini non diventano bilingui “per magia”. C’è un mito ricorrente che sostiene che…

Girello: pro e contro

Molto apprezzato dai bambini, che godono della libertà di potersi spostare per tutta la casa, meno dagli specialisti, che sottolineano…

Pcare E l'Ospedale Cristo Re

Nuovo Corso di Yoga Premaman

       

Le Fate Turchine

Nuovo Partner Le Fate Turchine

Buongiorno Mamme! Oggi vogliamo presentarvi il nostro nuovo partner: Le Fate Turchine! Subito l'immaginazione si dirige verso la tanto bella…

Istat, nascono sempre meno bambini, specie da genitori italiani

  ROMA - Sempre meno nuovi nati in Italia. Secondo l'Istat, che ha diffuso il rapporto sulla natalità, nel 2014 sono…

Mercatini di Natale per Bambini

Mercatini di Natale per Bambini

n Alto Adige i Mercatini Originali sono quelli di Bolzano, Merano, Bressanone, Vipiteno e Brunico. Cinque modi diversi di vivere…

Nuovo Corso di Yoga Premaman - Sede Parioli

Care mamme, stanno per ripartire i corsi di Yoga in Gravidanza! Fondamentali per acquisire maggiore consapevolezza del proprio corpo ed…

Torna il DIY Family Festival da Explora

Explora

DIY Family Festival da Explora Finalmente ci siamo, è arrivato il momento una giornata all’insegna della creatività, aritgianato e cibo…

festa della mamma La coccola Pcare

La festa della mamma? Sempre. Per noi non esiste un giorno particolare dell'anno, noi coccoliamo le nostre mamme ancor prima…

Angelica Zingone - Rudolph Summer Collection

  Care Mamme, Oggi pomeriggio all'Istituto Falconieri di Roma verrà presentata la collezione estiva dei capi di Angelica Zingone. Linea di…

Gyrotonic Roma Parioli

Gyrotonic che cos'è?

     

il Luneur riapre ai più piccoli

Finalmente il famoso parco giochi romano LunEur riaprirà con tante novità! Verrà aperto il Giardino delle Meraviglie "un ponte tra regni…

Il metodo danese che rende felici genitori e figli

«Le faccio un esempio: quando un bambino dipinge un disegno non occorre dirgli “Wow: sei un artista veramente straordinario!”. Molto…

Yoga in gravidanza a Roma

Yoga in Gravidanza a Roma

Care Mamme, se cercate un corso di Yoga in gravidanza a Roma, abbiamo la soluzione per voi  Da ottobre infatti i…

Bambini allergici al latte vaccino?

Cosa fare se il bambino è allergico al latte vaccino?

Sempre più bambini sono allergici al latte vaccino che può portare a serie complicazioni soprattutto quando sostituisce interamente il latte materno. Come sostituirlo?…

Gestosi, aspirina per ridurre il rischio

I risultati di un nuovo studio del King's College di Londra

La gestosi (pre-eclampsia) è tra le maggiori cause di mortalità e patologia in gravidanza, e colpisce circa il 5% delle…

Influenza e risposta immunitaria in gravidanza.

La risposta immunitaria delle donne in gravidanza è "super": ecco perché per le donne incinte l'influenza è pericolosa.

La risposta immunitaria delle donne in gravidanza è "super": ecco perché per le donne incinte l'influenza è pericolosa. Nelle donne…