I figli e la poetica delle piccole cose

I figli e la poetica delle piccole cose


 

Un libro che, nel titolo, dice già tutto: i bambini devono essere felici, non farci felici.

Quindi, abbandonate ogni posizione genito-centrica e anche ogni aspettativa manualistica: questo è un libro creato da due pedagogiste ma non è un manuale, non offre formule magiche sul far la nanna e non snocciola teorie sull'accudimento create sulla base di ricerche scientifiche.

È una semplice, banale, tenera ed efficacissima raccolta di frasi che fanno riflettere su ciò che significa davvero essere bambini, su quel che i bambini si aspettano dagli adulti e sui loro bisogni veri in termini di affetto, comunicazione, scambio, apprendimento.

Scorrete questa gallery di frasi selezionate; non vedrete l'ora di tornare a casa per sedervi assieme ai vostri figli, mettervi alla loro altezza per guardarli negli occhi, e ascoltarli parlare o farfugliare un racconto strano e fantastico del loro mondo.

"I bambini possono imparare ad ascoltare solo se prima hanno imparato ad essere ascoltati. E avere l'attenzione di  mamma e papà è il modo più bello per imparare ad ascoltare il mondo".

Via

 www.facebook.com/ConsulenzaFamiliareRossini.Urso