La giusta idratazione con la gravidanza e il caldo

Pcare vuole darvi qualche consiglio e suggerimento per la stagione estiva


 

Frullati, tisane, acqua ma anche frutta  e verdura fresche

Acqua, ma anche spremute e frullati fatti in casa, e tanta frutta e verdura fresche: per le donne in dolce attesa è fondamentale provvedere al reintegro di liquidi, vitamine e sali minerali soprattutto in questo periodo dell'anno, quando le temperature più calde possono portare a una perdita eccessiva di nutrienti fondamentali per il benessere di mamma e nascituro. Bisogna prediligere l’acqua naturale a basso contenuto di sodio, per favorire la diuresi e combattere la ritenzione idrica.

 

Questa andrebbe alternata ad acque a media mineralizzazione, con un giusto equilibrio di sali minerali, per immettere nel corpo i nutrienti utili per la mamma e per il feto. Quanto alla temperatura dell'acqua da consumare, "meglio a temperatura ambiente: bevande troppo fredde possono essere responsabili di congestioni, mentre l’acqua a temperatura ambiente aiuta a combattere la stipsi favorendo il transito intestinale".

 

Le giornate calde che spesso portano ad aumentare l’attività fisica, con passeggiate al parco o in spiaggia, corrispondono anche ad un incremento della perdita di liquidi e sali minerali. Occorre quindi prestare particolare attenzione a reintegrarli frequentemente: "Un’ottima abitudine da adottare è portare sempre con sé una bottiglietta di acqua. Per chi preferisse bevande più saporite, l’assunzione di acqua può essere alternata a spremute e frullati, soprattutto se fatti in casa".

 

Una corretta idratazione durante i mesi di gravidanza, inoltre, è un presupposto essenziale per favorire l’allattamento al seno: "Un corpo correttamente idratato è un corpo maggiormente predisposto alla produzione del latte . È importante ricordare che l’acqua rappresenta una grande quota di questo latte: bisogna quindi aumentare l’apporto di acqua al giorno. Specialmente le donne che diventeranno mamme in estate, quando il caldo aumenta la dispersione di liquidi, devono tenere conto che durante questo periodo le richieste di acqua da parte dell’organismo aumentano significativamente e provvedere a reintegrare tempestivamente i liquidi e i sali minerali persi".

 

articoli simili