La consulenza psicologica pre post partum e gli aspetti psicologici dell'allattamento

 

La gravidanza, in particolare la nascita del primo figlio, rappresenta un evento di grande impatto emotivo nel percorso evolutivo della coppia.

Il ruolo della donna, nell'attuale società, è profondamente cambiato. La tradizionale struttura della famiglia del passato ha subito negli ultimi decenni grosse modifiche.

Le donne oggi svolgono ruoli professionali altamente specializzati, godono di una maggiore autonomia e spesso si allontanano dal nucleo familiare d'origine per costruire la propria famiglia altrove.

Anche la figura maschile, negli ultimi anni si è modificata per quanto riguarda la relazione con la compagna in attesa di un figlio. I futuri papà manifestano una maggiore presenza e maggior interesse per la nascita del loro bambino.

Alla luce di queste trasformazioni sociali, la figura della psicologia clinica viene ad assumere un ruolo di accoglienza e sostegno psicologico nei riguardi della gestante. In che modo?

La consulenza psicologica prima e dopo il parto si svolge su due livelli.

A livello fisiologico la consulenza prima del parto svolge la funzione di accompagnare la futura mamma nel percorso di un’elaborazione ed accettazione del proprio cambiamento psicofisico.

E' importante spingere la gestante a riflettere sui cambiamenti psicologici relativi al suo rapporto con il partner, il passaggio di ruolo da figlia a madre e più in generale con tutto l'ambiente sociale che la circonda.

La consulenza psicologica post partum assume una finalità legata alla relazione con il neonato e alla capacità di gestire, sul piano fisiologico le sue attività quotidiane: l'allattamento, la nanna e il pianto.

L'altro aspetto importante consiste nel comunicare alla neomamma l'importanza di trovare un nuovo equilibrio familiare finalizzato alla serenità di tutti i componenti della famiglia.

A livello clinico il supporto psicologico prima del parto ha un grande valore in termini di prevenzione e consiste nel saper individuare le problematiche psichiche di varia natura dal semplice stato d'ansia ad una forma depressiva significativa. Una valutazione precoce di una sofferenza psicologica, permette una buona ed efficace risoluzione della stessa, attraverso l'elaborazione e la comprensione del problema, che ostacola un sereno vissuto interiore della gravidanza. Con l'aiuto dello specialista, anche dopo il parto, la donna può usufruire di uno spazio tutto per lei per non sentirsi sola nella difficoltà relativa alla gestione della relazione con il neonato. La psicologa si pone come un valido sostegno per comprendere con la mamma i punti di forza e debolezza, ai fini di superare tutti gli ostacoli e le difficoltà, sino al raggiungimento di un rapporto madre-bambino soddisfacente ed evolutivo per entrambi.

 

articoli simili