Caffè in gravidanza si o no?

 

Gli studi sul consumo di caffeina in gravidanza si rincorrono di anno in anno da un’università all’altra del mondo. Spesso i risultati sono contrastanti e quasi tutti si basano sull’osservazione di donne in gravidanza consumatrici di caffè. Da alcuni studi emerge che la maggior probabilità per chi consuma caffè di mettere al mondo bimbi prematuri o sottopeso non dipende tanto dalla caffeina ma dalle abitudini sbagliate concomitanti (stress, fumo…). Da altri si evince che sia il consumo eccessivo di caffeina (sopra i due caffè al giorno) a creare problemi al bambino. Anche il decaffeinato è da evitare in quanto contiene residui di solventi utilizzati per togliere la caffeina. Insomma, caffè si o no? Molti medici sconsigliano di assumere la bevanda, altri la ammettono in piccole quantità (una tazzina al giorno). Sicuramente ci sono fattori di rischio maggiori, quali alcol, fumo, stress e problemi alimentari ed è probabile che una tazzina ogni tanto (al massimo una al giorno) non comporti assolutamente alcun rischio per il bambino.

 

articoli simili