Dalla rivista NOVE MESI L'Osteopatia in Gravidanza

Trattamenti Osteopatici in gravidanza: una terapia dolce per sostenere le grandi trasformazioni che si susseguono nel corpo della donna in questo periodo.


 

Cos’è l’Osteopatia?

L'Osteopatia è un sistema di diagnosi e trattamento che pur basandosi sulle scienze fondamentali e le conoscenze mediche tradizionali, non prevede l’uso di farmaci e chirurgia, ma attraverso manipolazioni e manovre specifiche si dimostra efficace per la ricerca della Salute.

L’Osteopatia è un formidabile aiuto in gravidanza.

L’Osteopata con trattamenti dolci e assolutamente piacevoli, che consistono in delicate manipolazioni del corpo, aiuta la struttura a ritrovare il suo equilibrio. Liberando il corpo da fastidiose tensioni, l’Osteopata lo rilancia nei normali ritmi vitali. Le tecniche manipolative proposte in ambito osteopatico sono molto caute e confortevoli, di estrema delicatezza con lo scopo di dare benessere ai tessuti e ridurre gli stress biomeccanici e posturali.

L’Osteopatia è un valido aiuto per i fastidi che si possono incontrare durante i nove mesi: il trattamento osteopatico non è percepito come un eccesso di medicalizzazione ma come prevenzione, soprattutto se si interviene fin dai primi mesi.

L’Osteopatia e i cambiamenti durante la gravidanza?

Durante il periodo che va dal concepimento al parto sia la donna sia il nascituro subiscono profonde trasformazioni. Il feto crescendo aumenta la sua attività, e si adatta di conseguenza all’ambiente che lo ospita. Il corpo della donna cambia strutturalmente per accogliere e dare spazio al bambino che cresce nell’utero.

A causa di questi cambiamenti, assolutamente fisiologici, variano le linee di gravità dell’apparato muscolo-scheletrico e aumenta il carico sulla colonna vertebrale. Le possibilità che il corpo ha di adattarsi e trovare una nuova stabilità sono davvero molteplici, ma a volte capita che qualche parte la struttura non riesca ad adeguarsi al cambiamento provocando un conflitto: decisamente scomodo, doloroso ed energicamente dispendioso.

In altri termini sia la donna che il bambino possono soffrire per la perdita di comodità. A questa scomoda situazione si susseguono quindi dei compensi sia da una parte che dall’altra. Può quindi accadere che il nascituro assuma delle posizioni anomale per sfuggire alle tensioni subite, mentre la donna potrà avere dei disagi o dolori in alcune parti del corpo.

Scopo dell’Osteopatia è mantenere o recuperare un efficiente equilibrio biomeccanico, aiutando il corpo della donna ad adattarsi alle richieste fisiche della gravidanza e minimizzare lo stress dato dall’allargamento dell’utero e dallo sviluppo del bambino.

L'Osteopata, attraverso trattamenti mirati rivitalizza i tessuti, rendendoli più elastici, e mantiene mobili le articolazioni, in particolare quelle del bacino e della colonna lombare.

Tramite queste cure fisiologiche si favorisce il mantenimento di un perfetto stato di Salute, creando un ambiente sicuro e confortevole in cui madre e figlio potranno crescere insieme.

 

In cosa può essere d’aiuto l’Osteopatia?

Tra le più comuni disfunzioni che sono curate con le normali sedute di Osteopatia durante la gravidanza, si menzionano:

·       Mal di schiena, lombalgia

·       Sciatalgia

·       Dolori alla cervicale

·       Dolori al bacino e ai fianchi

·       Dolori al sacro e al coccige

·       Disturbi circolatori linfatici, gambe pesanti

L’Osteopatia fornisce un rimedio anche nei confronti di alcuni disturbi viscerali, quali:

·       Nausea

·       Problemi a livello di respirazione (senso di mancanza d’aria e respiro corto)

·       Problemi digestivi e bruciore di stomaco

·       Costipazione

Per tali disturbi l’attenzione viene ad esempio concentrata sul miglioramento dell’attività diaframmatica della futura mamma e sulla liberazione del movimento costale.

L’Osteopatia ti accompagna prima del parto

Poiché uno dei principi fondanti l’Osteopatia riguarda l’importanza del movimento, una buona funzione biomeccanica del corpo della donna, e soprattutto del suo bacino, ha conseguenze molto positive nel processo del parto.

Facilitare il movimento, con adeguati trattamenti manipolativi osteopatici aiuta ad affrontare serenamente il parto.

Rendendo quanto più possibile elastico il pavimento pelvico si può ottenere un parto meno difficile, riuscendo a ridurre l’utilizzo di episiotomie.

Inoltre focalizzandosi sui centri nervosi e sul sistema cranio-sacrale si stimolano o si inibiscono diverse attività tissutali.: tale trattamento favorisce un travaglio più confortevole e sostiene l’attività muscolare durante il parto.

Tutte le cure hanno l’obiettivo di rendere il parto quanto più naturale possibile, e di prevenire traumi alla futura mamma e al nascituro.

L’Osteopatia in funzione preventiva e correttiva 

L'intervento dell'Osteopata serve sia a scopo preventivo sia quando è necessario correggere un problema.

Nel caso in cui non vi siano problemi preesistenti, il lavoro è prevalentemente preventivo. Possono quindi bastare due o tre sedute per monitorare l’evoluzione dell’equilibrio del corpo ed intercettare preventivamente qualche possibilità di disagio.

Quando invece le strutture muscolo-scheletriche hanno perso una delle loro caratteristiche, ossia la mobilità o l'elasticità, a causa di un trauma antecedente alla gravidanza, possono rendersi necessarie delle sedute per ritrovare equilibrio. È il caso ad esempio in cui la mamma sia reduce da un trauma pelvico o al sacro (anche antico, parlo della proverbiale “caduta sul sedere” da bambina), eventuali cicatrici presenti sull’addome o le conseguenze di un taglio cesareo precedente.

Tutti questi eventi possono aver interrotto/lesionato la perfetta meccanica corporea, indebolendo la struttura posturale. Poiché i cambiamenti fisiologici della gravidanza mettono di per se a dura prova questa struttura, l’intervento dell’Osteopata serve a sostenere il funzionamento perfetto di questo sistema. Ciò si ottiene ad esempio tramite l’utilizzo di tecniche volte a ripristinare la mobilità articolare del sacro, del bacino e dell’asse vertebrale.

L’Osteopata è con te anche dopo il parto

L’intervento dell’osteopata è molto utile anche dopo la gravidanza e varia a seconda del tipo di parto a cui ci si è sottoposti. Nel caso di parto naturale, si controllerà ad esempio la mobilità dell’osso sacro e del coccige. Nel caso di parto cesareo il trattamento osteopatico sarà efficace per liberare le aderenze provocate dalla cicatrice.

Ho cercato di informare sulle linee generali del trattamento Osteopatico, tenete però presente che ogni trattamento Osteopatico va programmato e modellato dall’Osteopata insieme alla futura mamma, tenendo in considerazione il binomio mamma-bambino come unico e irripetibile nella sua peculiarità.