Cromopuntura Salute tra le luci e colori

 

Questo mese parliamo della cromopuntura una tecnica non invasiva dai numerosi nei numeri precedenti abbiamo presentato il programma PCare presso la Casa di Cura Villa Margherita di Roma che segue una donna incinta a 360°. Questo mese parliamo della cromopuntura una tecnica non invasiva dai numerosi benefici per la salute. A cura della Dott.ssa  Michela Curto Specialista in Naturopatia operatore olistico Esperta in cromopuntura, fitoterapia, floriterapia, kinesiologia applicata intolleranze alimentari.

La cromopuntura è una tecnica della medicina alternativa complementare,  grazie alla quale (attraverso gli agopunti della medicina tradizionale cinese) vengono inviate al corpo, in maniera  non invasiva e totalmente indolore, le vibrazioni della luce. Si tratta di un sistema olistico che offre un modo per arrivare alla radice di molti problemi di salute.

Tra passato e presente

Questa tecnica nasce dalla scoperta del naturopata e ricercatore tedesco Peter Mandel e si propone, attraverso la luce e i suoi colori componenti, di reintrodurre la corretta energia informativa nell’unità corpo-mente-spirito, laddove questa risulti distorta. Si tratta di un metodo in continua evoluzione, frutto di ormai quasi 40 anni di ricerca, che prende spunto dalla più antica saggezza dell’umanità e si coniuga con le più moderne scoperte della biofisica.Un trattamento di cromopuntura non è invasivo e non deve essere confuso con l’agopuntura, poiché non prevede l’utilizzo degli aghi. Si ricorre, invece, a  uno strumento appositamente progettato e brevettato da Mandel: una penna con delle punte piramidali di cristallo di quarzo intercambiabili, che emettono diversi colori. La penna si posiziona sulla pelle, sui punti dell’agopuntura e su altre aree individuate da Mandel stesso. La luce e il colore vengono assorbiti dalla pelle e trasmessi lungo i meridiani dell’agopuntura, fino in profondità, stimolando la comunicazione intracellulare e supportando di conseguenza la guarigione.

Efficace in caso di:

•Dolore acuto, cronico e di origine sconosciuta
 •Allergie
 •Disturbi del metabolismo •Stress e ansia
  •Insonnia e attacchi di panico 
•Disturbi digestivi
 •Emicrania
 •Disturbi ormonali 
•Stanchezza cronica
  •Dolori e irregolarità del ciclo mestruale •Dipendenze
 •Disturbi del sistema immunitario •Dipendenze 
•Disturbi del sistema immunitario 
•Disintossicazione 
•Infortuni sportivi 
•Difficoltà di concentrazione e di apprendimento 
•Disturbi dell’attenzione 
•Problemi di relazione
 •Disturbi comuni come il raffreddore •Squilibri energetici
 •Condizioni croniche o ricorrenti
 •Problematiche infantili  
•Inestetismi 
•Prevenzione.

La Cromopuntura, inoltre supporta
le persone a muoversi verso un miglior potenziale di vita, liberandole dai blocchi energetici che le ostacolano e aiuta a risolvere i disturbi e le manifestazioni sintomatiche, ma anche a trasformare in meglio la propria vita.

Benefici per tutti!

Chiunque può trarre vantaggio dalla cromopuntura: sia chi soffre di qualche malattia o di dolori, o semplicemente chi voglia prevenire le malattie e restare in buona salute, o chi, come te, sta attraversando i nove mesi più delicati della vita. La cromopuntura è adatta a bambini, persone adulte e anziani che vogliano equilibrare le loro energie e ritrovare uno stato di benessere.

Cromopuntura: prima, durante e dopo la gravidanza


La cromopuntura risulta efficace contro l’infertilità, tranne nei casi in cui ci sia un’anomalia di natura fisica (anatomica) a impedire il concepimento. In gravidanza la cromopuntura può rivelarsi molto utile in caso di minaccia d’aborto, vomito e nausea, scialorrea (ipersalivazione), diarrea, anemia, ipertensione, galattorrea (la secrezione di latte al di fuori del periodo di allattamento), prurito, problemi osteoarticolari, ansia, insonnia, emorroidi, naso chiuso, sindrome da gambe senza riposo, iperacidità, diabete...

Durante la gravidanza i trattamenti vengono effettuati un volta 
a settimana a partire dal terzo mese, in assenza di problematiche pregresse. Dal terzo trimestre si inizia un lavoro molto importante sulla maturazione del feto, sulla sua costituzione e sulla prevenzione delle malattie del bambino. È possibile ridurre dopo la nascita problemi come allergie, dermatosi, crosta lattea, agitazione e crisi di pianto. Nell’ultimo trimestre il trattamento è rivolto alla preparazione al parto. Durante il periodo post-partum con la cromopuntura si possono trattare: emorroidi, cicatrici da episiotomia, prolasso uterino e/o di vescica, depressione, edemi, contratture uterine dolorose. Nel periodo di allattamento è possibile trattare qualsiasi disturbo: ipogalattia (scarsa secrezione di latte), ingorgo mammario, sospensione dell’allattamento, ragadi, ingorgo mammario, defluvium post partum (una copiosa perdita di capelli), cefalea. Essendo priva di controindicazione,
la cromopuntura è in grado di portare miglioramenti durante la dolce attesa
ed aiutare a superare i piccoli o grandi problemi che potranno sorgere anche dopo il parto. È utile continuare il trattamento, eseguito in gravidanza, anche dopo la nascita del bambino magari abbinando la cromoterapia ad altre tecniche naturopatiche.

Anche per i più piccoli!

La cromopuntura può rivelasi efficace anche in ambito pediatrico: le malattie dei bambini causate da squilibri energetici possono essere curate con questa dolce e, al tempo stesso, profonda terapia. I bambini rispondono molto bene al trattamento privo di ogni effetto collaterale. Tra i più diffusi disturbi e problemi infantili che possono essere trattati con la cromoterapia ci sono: allergia, asma, bronchite, cefalea, coliche, stipsi, diarrea, dolore addominale, eczema ricorrente, encopresi (perdita involontaria di feci), inappetenza, enuresi, affaticamento, febbre, infezioni ricorrenti, insicurezza, insonnia, malattie della pelle, mal di pancia emotivo, raffreddore, sinusite, tic nervosi, disturbi comportamentali, difficoltà di concentrazione e problemi di apprendimento.

La terapia prenatale
 in cromopuntura


In base alla teoria prenatale, la vita che sta crescendo nel grembo assorbe tutto ciò che la madre vive. Le esperienze negative della madre, che un bambino vive durante la sua vita intrauterina, diventano spesso la causa scatenante di specifici stati di debolezza o di malattia e creano dei blocchi energetici del corpo, intrappolando l’innata intelligenza dell’individuo e impedendo alla persona di esprimere il suo pieno potenziale. Stimolare l’energia serve per liberare la persona da eventuali traumi che possono sopraggiungere appunto nel periodo che va dal concepimento fino alla nascita. Partendo da questi presupposti, l’inventore della cromopuntura Peter Mandel ha messo a punto una tecnica di trattamento prenatale che si effettua attraverso l’utilizzo dei colori e che si concentra sui piedi e prende spunto dal massaggio metamorfico di St. John (un massaggio delicato del piede che si basa sulla riflessologia). Questo tipo di trattamento serve a sciogliere i blocchi. Una volta sciolti i blocchi, formati nel periodo prenatale, una persona si sentirà liberata e pronta ad affrontare la vita con un atteggiamento nuovo. Il trattamento è adatto non solo agli adulti, ma risulta anche efficace per i disturbi tipici del bambino.

 

 

 

 

 

articoli simili